Questo non è un incidente di percorso

Il comunicato di Student* in lotta Marche

C’era un furgone, un ragazzo di 16 anni che stava facendo uno stage e un sistema che educa allo sfruttamento come unico modello di sviluppo. Ieri sera il furgone ha avuto un incidente, il ragazzo di 16 anni è morto, il sistema è ancora lì.

Per l’azienda il furgone è una perdita da mettere a bilancio, per i media la morte di uno studente obbligato a lavorare a 16 anni è una fatalità, per il sistema tutto questo è solo un errore di percorso.

Noi siamo student*, prima che lavorator*, e questo riguarda anche ragazz* che frequentano istituti professionali. Noi dobbiamo imparare a conoscerci, prima di pensare al lavoro, e se dovessimo essere costretti a lavorare, pretendiamo di ricevere un adeguato compenso.

Non tollereremo altre chiacchiere e inutile clamore: altr* prima di noi si sono battuti per annientare lo sfruttamento lavorativo, i PCTO vanno aboliti, non riformati. Dobbiamo essere noi a scegliere per il nostro futuro, in maniera consapevole; non possiamo permettere che siano altri a decidere, tanto meno dei parlamentari, peraltro troppo impegnati ad azzuffarsi e prendersi gioco delle nostre richieste.

Vogliamo quello che ci spetta: ricevere una formazione tale da poter determinare il nostro presente e reinventare il nostro futuro!

CI VEDIAMO VENERDI’ 18 FEBBRAIO ORE 9.00 PIAZZA DEL POPOLO – FERMO

STUDENT* IN LOTTA MARCHE